it en

Una visita interattiva all’Atelier di Costumi a Venezia

Una giornata nella mia sartoria artigianale a Venezia

Gratia Plena: tutte le donne sono Regine dell’Anima

NEL MIO ATELIER DI COSTUMI A VENEZIA: MASCHERARSI PER SCOPRIRE SE’ STESSI

Carnevale di Venezia, la Guida a Il Ballo del Doge

Il Ballo del Doge 2020 – Rapsodia del Carnevale di Venezia

Venice Fashion Spring | Kimono à porter a Palazzo Grimani

LA MIA IDEA DI EVENT PLANNER. UN’ARTIGIANA AL SERVIZIO DELLE EMOZIONI.

Pets Art: i ritratti dei nostri amici animali

I MIEI VELLUTI: L’HOME DECOR MADE IN ITALY

Carnevale di Venezia, la Guida a Il Ballo del Doge

Il Ballo del Doge Domande Frequenti

Il Ballo del Doge 2020 – Rapsodia del Carnevale di Venezia

Instagram Contest: Partecipa e Vinci Il Ballo del Doge 2019

PER ORGANIZZARE UN MATRIMONIO A VENEZIA: UNA FAVOLA NEL CUORE

UNA WEDDING PLANNER DI LUSSO A VENEZIA E NEL MONDO.

Pugnale Eyewear e Il Ballo del Doge

Kimono fashion a Venezia: il kimono che trasforma l’outfit

COSA CUSTODISCONO LE BORSE DELLE DONNE: UN SOGNO A PORTATA DI MANO

FLAT SHOES PASSION: GLAMOUR E COMODITÀ DI UNA SCARPA.

VENEZIA E IL TEMPO CREATIVO

Antonia Sautter

27 Marzo 2017

min. read

Dove, come e perchè nasce il Il Ballo del Doge.

Nella magica e sognante atmosfera del Carnevale di Venezia, ha trovato spazio la XXIV edizione de Il Ballo del Doge che, come saprete, era dedicata alla mia città, nella quale vivo e dalla quale trova linfa vitale la mia immaginazione. Nulla di ciò che ho finora creato sarebbe esistito senza questo luogo incantevole.

A ogni artista Venezia offre la dimensione ideale per trarre ispirazione, lasciare correre la fantasia e far affiorare un’idea. A Venezia il tempo è davvero il ‘tempo creativo’, quello che vive solo quando il pensiero riposa e la mente smette di affannarsi. Proprio in quel momento si è in grado di cogliere il supposto attimo creativo!

Nella mia vita ho la fortuna di attingere a questa straordinaria energia, che si manifesta puntualmente mentre, per esempio, attraversando il Canal Grande e andando “al di là dell’acqua”, come si usa dire a Venezia, il traghetto mi porta dalla mia dimora e sartoria di San Tomà al mio atelier. Oppure quando, in una calle, il telefono non trova campo e mi sento improvvisamente libera, libera di perdermi nei miei sogni, gli stessi che mi hanno portato a realizzare ben ventiquattro edizioni de Il Ballo del Doge.

Photogallery del Il Ballo del Doge 2017

 
Va da sè che, proprio per questo motivo, l’ultima edizione de Il Ballo del Doge, tenutasi lo scorso sabato 25 febbraio a Palazzo Pisani Moretta, ho voluto dedicarla alla mia città, intitolandola “Venezia è. So splendid, so Magic, so Glam, so You!”

Venezia è indissolubilmente legata a Il Ballo del Doge, che nasce da un incontro casuale, nel mio negozio, con Terry Jones dei Monty Pyton, uno dei più celebri gruppi comici inglesi, il quale era in città per girare uno spot. In realtà, aveva anche in mente di realizzare un documentario sulla IV Crociata, per il quale chiese il mio aiuto nella realizzazione dei costumi.

Probabilmente, solo a Venezia un incontro del genere avrebbe potuto dare il via a una storia così importante come quella de Il Ballo del Doge. In questa città il mondo lo si incontra per la strada. E grazie a un contatto diretto e senza filtri, lontano dalla frenesia di una normale città, si conoscono davvero le persone, ci si confronta, si comincia a sognare e magari progettare qualcosa insieme.

L’anno scorso, dopo aver reinventato ancora un sogno sempre più grande e ambizioso, sentivo che era venuto il momento di tributare un giusto riconoscimento proprio a Venezia. Ieri come oggi, è lei la dolce custode del ’tempo creativo’, che mi permette di cogliere l’ispirazione e mettermi in viaggio verso la prossima edizione de Il Ballo del Doge.

Vi aspetto a Venezia per Il Ballo del Doge 2018!

 

Sig. Sig.ra