it en

Una visita interattiva all’Atelier di Costumi a Venezia

Una giornata nella mia sartoria artigianale a Venezia

Gratia Plena: tutte le donne sono Regine dell’Anima

NEL MIO ATELIER DI COSTUMI A VENEZIA: MASCHERARSI PER SCOPRIRE SE’ STESSI

Venice Fashion Spring | Kimono à porter a Palazzo Grimani

LA MIA IDEA DI EVENT PLANNER. UN’ARTIGIANA AL SERVIZIO DELLE EMOZIONI.

I MIEI VELLUTI: L’HOME DECOR MADE IN ITALY

Instagram Contest: Partecipa e Vinci Il Ballo del Doge 2019

Carnevale di Venezia 2019: la XXVI edizione de Il Ballo del Doge

IL BALLO DEL DOGE 2018 PRENDE FORMA

VERONICA FRANCO E LE CORTIGIANE DI VENEZIA

PER ORGANIZZARE UN MATRIMONIO A VENEZIA: UNA FAVOLA NEL CUORE

UNA WEDDING PLANNER DI LUSSO A VENEZIA E NEL MONDO.

Pugnale Eyewear e Il Ballo del Doge 2019

Kimono fashion a Venezia: il kimono che trasforma l’outfit

COSA CUSTODISCONO LE BORSE DELLE DONNE: UN SOGNO A PORTATA DI MANO

FLAT SHOES PASSION: GLAMOUR E COMODITÀ DI UNA SCARPA.

Carnevale di Venezia 2019: la XXVI edizione de Il Ballo del Doge

Antonia Sautter

30 aprile 2018

min. read

Il Carnevale di Venezia 2019 si terrà dal 16 febbraio al 05 marzo 2019 e Il Ballo del Doge giungerà alla sua XXVI edizione, sabato 2 marzo 2019.

Da ventisei anni Il Ballo del Doge è l’appuntamento immancabile del Carnevale a Venezia e ogni anno per me si rinnova la sfida e il divertimento di creare un nuovo tema, una nuova storia da raccontare dove gli Ospiti siano i veri protagonisti, in sintonia con la filosofia del Carnevale di Venezia: indossare un costume e immergersi per una notte in una dimensione diversa, liberarsi da come gli altri ci vedono e, almeno per una volta, indossare una maschera diversa.

Più volte mi sono chiesta se in fondo il Carnevale sia mascherarsi o piuttosto liberarsi della maschera che indossiamo. Io stessa, attraverso Il Ballo del Doge ho sempre sperimentato il fascino della provocazione, lo sprone a invertire le regole, capovolgendo il punto di osservazione verso alcune tematiche della società moderna, seppur con leggerezza.

In fondo per essere fedeli alla filosofia e alla storia stessa del Carnevale, io lo definirei come “il momento in cui possiamo guardare il mondo alla rovescia”: la liberazione temporanea dalla verità dominante, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù.

Il Carnevale è provocazione!

Dopo aver festeggiato il venticinquesimo anniversario celebrando i temi romantici della Natura, del Tempo e del Piacere; per la ventiseiesima edizione de Il Ballo del Doge 2019 ho pensato di affrontare un tema più fedele alla natura del Carnevale stesso e con questo spirito ho ideato il suo titolo:

“The Magnificent Ephemeral”
In praise of Dream, Folly and Sin

Un invito a prendere per mano l’effimero, epurarlo dalla sua accezione negativa, vedere l’effimero come un dono anch’esso della vita,
per quel piccolo tempo che ci è concesso e, insieme a esso, osare, elogiando la bellezza del sogno, della follia e del peccato.

Il Ballo del Doge 2019 Antonia Sautter

I sogni!

Troppo sovente si dice “quello è un sognatore” sottintendendo che “sognare” sia soprattutto “illudersi”, perdendo di vista la realtà.
Ma la realtà può veramente essere solo una e incontrovertibile? Liberare la propria fantasia per rompere i confini entro i quali ci limitiamo,
non può forse essere l’unico modo per provare a realizzare qualcosa di più grande e diverso dal prevedibile?

La follia!

Erasmus Da Rotterdam scriveva nel suo “Elogio alla Follia”
Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l’animo,
e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle imprese. La follia libera da entrambe.
Non vergognarsi mai e osare tutto: pochissimi sanno quale messi di vantaggi ne derivi.

Dunque, la follia non è poi solo un grave stato mentale! Quando diciamo “ci vuole un briciolo di follia” per far questo o per far quello,
non stiamo forse dicendo che dobbiamo liberare un po’ la nostra mente dai dictat che la imprigionano e andare verso ciò
che non conosciamo con un po’ di audacia, senza pregiudizio?

Il peccato!

La parola “peccato” è probabilmente tra i termini più controversi che esistono nel vocabolario di ogni lingua. Appena si cita o
si sente citare questa parola, si fa un volo immediato dentro alla nostra coscienza, si ricapitola subito la lista dei peccati capitali,
ci si interroga su quali e quanti di questi peccati abbiamo mai commesso e se lo abbiamo fatto senza saperlo. Peccato e assoluzione
sono parole che fanno rumore dentro alla nostra coscienza, ma se a Carnevale “il mondo è alla rovescia” forse possiamo prenderci
il lusso di essere un po’ irriverenti, ribaltare la loro aurea negativa e trovare la loro controparte positiva?

Il Ballo del Doge Venice Antonia Sautter

Il Ballo del Doge non ha la pretesa di lanciare moniti o insegnamenti, sia ben chiaro, ma io sogno sempre con un pizzico di follia, di essere un po’ rivoluzionaria e mentre penso alle scenografie, agli spettacoli, alle atmosfere che questo nuovo tema mi permetterà di regalare agli Ospiti, nell’attesa del Carnevale di Venezia 2019 invito tutti a prepararsi a questa nuova edizione così:

Pronto a rovesciare lo status quo ante?
Pronto ad elogiare la follia della vita umana?
Pronto a rivoluzionare la visione dei vizi capitali?

 

Contattami per maggiori informazioni e per prenotare il tuo biglietto per Il Ballo del Doge 2019!
Scrivi un’email oppure telefona ai seguenti numeri (+39) 041 2413802 o 041 5224426

Nell’attesa scopri alcuni “Greatest Moments” dell’ultima edizione de Il Ballo del Doge

Sig. Sig.ra